Scaricare con emule legale


L'utilizzo di software di condivisione file è perfettamente legale. Questo discorso non vale solo per quello che si scarica con eMule, ma per tutte le operazioni. Scaricare file da internet è ormai pratica comune, e tra gli strumenti più utilizzati per farlo, vi è eMule, programma Peer to Peer (P2P) che permette la. quanti sono i metodi per condividere i file (Emule, protetta da diritto d'autore si possono effettuare tutte le. cosa è legale e cosa non lo è nell'ambito degli scaricamenti da internet. Emule, bittorrent, utorrent ecc. sono programmi legali? Cos'è che possiamo scaricare.

Nome: scaricare con emule legale
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 64.72 MB

Roma — Gentilissima e informatissima redazione di Punto Informatico, vi scrivo per rendervi partecipi di un fatto molto molto brutto che mi è capitato stamattina, e che vorrei condividere con voi, e con i vostri lettori, di cui faccio parte giornalmente. Stamattina alle 6 e mezza sono stato svegliato dalla Polizia postale di Milano, che con un mandato di perquisizione mi è entrata in casa per darmi il buongiorno. Reati contestati: scaricamento e condivisione di UN FILE, UNA VOLTA a inizio gennaio , di contenuto pedopornografico, tramite il software di p2p emule, su rete fastweb, secondo la legge ter comma 3, la famosa legge contro la pedo pornografia online.

Ora, è vero, lo ammetto: io scarico abitualmente musica, film, programmi, per lavoro principalmente, ma anche per diletto a volte. File che erano ovviamente presenti sul mio computer la musica che ascolto in ufficio, i film che vediamo insieme ogni tanto a casa di qualche amico per passarci una serata in allegria, i programmi che utilizzo per lavoro.

La sopra citata normativa ha richiesto numerosi interventi per adeguarla al continuo avanzare della tecnologia e di internet, ma non sempre, tuttavia, il legislatore è riuscito a far fronte tempestivamente agli sviluppi tecnologici: ci sono stati più interventi, anche giurisprudenziali, che anziché semplificare ed uniformare la disciplina, l'hanno reso frastagliata e incerta sono ancora riscontrabili importanti lacune.

In questo articolo cercheremo di ricostruire la materia attraverso un quadro generale, ponendo particolare attenzione alla legge sul diritto d'autore e indicando i confini tra attività che possono essere considerare legali o meno in attesa di un'auspicabile innovazione normativa che colmi le numerose lacune , in modo tale da fornire al lettore gli strumenti minimi necessari per poter agire nel rispetto delle normative vigenti.

Appare utile analizzare inizialmente cosa sia il diritto d'autore, in particolare per quanto riguarda download e streaming online.

Ma Emule è legale?

Pagina 1 : Download e streaming on line, cosa dice la legge Pagina 2 : Scaricare un file è legale? Pagina 3 : Lo streaming.

Si prende una multa a scaricare un file, o si rischia addirittura il carcere? E se invece di scaricare si guarda in streaming, che cosa cambia? Indice 1.

Potrebbe piacerti:SCARICARE EMULE ZIP GRATIS

Download e streaming on line, cosa dice la legge 2. Questo cambiamento di strategia sarà realmente in grado di mettere fine all'epoca in cui ogni singolo contenuto video era reperibile gratis online con estrema facilità?

E al di là di questo, le conseguenze riguarderanno solamente i fornitori di questi servizi illegali? Cosa rischia effettivamente chi scarica un film illegalmente—e magari lo ricondivide in sistemi di peer-to-peer—o lo guarda direttamente in streaming?

Per capirlo ho contattato l'avvocato Fulvio Sarzana, esperto in diritto delle nuove tecnologie, che da anni cura un blog in cui si occupa di questi temi. Ho cercato di riassumere quello che mi ha detto in una serie di punti principali, in modo da sintetizzare la situazione della pirateria online e dei rischi reali che si corrono utilizzandola in Italia.

Russiagate all’italiana: i telefonini di Mifsud nelle mani degli Usa

Innanzitutto si deve distinguere il tipo di comportamento degli utenti che utilizzano questi contenuti: "la norma approvata nel in materia, che ha introdotto sostanzialmente nel nostro ordinamento le fattispecie di downloading e uploading di materiale protetto dal diritto d'autore su internet, pone una differenza sostanziale," mi ha detto l'avvocato Sarzana.

Di fatto, chi guarda film o serie tv in streaming, o compie un download per utilizzo personale e singolo, non rischia praticamente niente. E questo anche per una semplice questione pratica: "le forze dell'ordine sono principalmente concentrate nell'individuazione di coloro che offrono questi servizi—tentare di perseguire migliaia di utenti sarebbe veramente complicato—ed è quindi l'upload a rappresentare la differenza sostanziale per il rischio di essere individuati.

Visto che l'utente che compie download non risponde, se non con delle sanzioni amministrative abbastanza blande, il tipo di servizio che utilizza non fa alcuna differenza. Sia che utilizzi un sito illegale per guardare una partita di Champions in streaming, sia che scarichi la prima stagione di Narcos.

Se è l'upload a fare la differenza, resta comunque da capire cosa rischiano tutti gli utenti che partecipano ai circuiti di peer-to-peer. In questo caso, è la finalità dell'upload a essere discriminante.