Scaricare 7rq ulss 15


  1. Esenzione quota fissa addizionale (7RQ)
  2. Stampare certificati di esenzione per reddito
  3. Modalità di accesso

Il codice di esenzione 7RQ riguarda la riduzione della quota fissa (ticket aggiuntivo) per ricetta da 10 € a 5 € per tutti coloro che hanno la residenza anagrafica. per condizione economica (7R2, 7R4, 7R5) o quello riferito alla riduzione parziale della quota fissa sulla ricetta rossa (7RQ). Qualora ULSS di Assistenza *. Per scaricare i modelli di autocertificazione clicca qui. 98 (convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio n. ). viene concessa soltanto per una parte della quota fissa prevista per la ricetta medica (cod 7RQ) Contatti: per informazioni occorre rivolgersi al Distretto Sanitario dell'Azienda ULSS di residenza. Cos'è la quota fissa aggiuntiva? Dal 6 AGOSTO le nuove disposizioni normative contenute nella L. n del 15/7/ (manovra.

Nome: scaricare 7rq ulss 15
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 60.37 Megabytes

L esenzione è la condizione che dispensa dall obbligo del pagamento del ticket. In caso di riferimento al reddito si intende quello familiare lordo relativo all anno precedente. Il valore dei ticket è calcolato in base al Tariffario Regionale stabilito con Delibera della Giunta Regionale del Veneto. Per accedere alle prestazioni del S.

Si specifica che tale ulteriore quota è da intendersi aggiuntiva rispetto alla normale compartecipazione alla spesa, secondo le regole generali vigenti. All'interno della stessa ricetta non devono essere inserite prestazioni esenti e non esenti dal ticket.

I cittadini che ritengono di essere esenti potranno:. Attenzione: il cittadino esente per disoccupazione 7R3 , non rientrando tale tipologia di esenzione nell'Elenco Informatico Nazionale, dovrà necessariamente recarsi presso lo sportello del proprio distretto. Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici.

Esenzione quota fissa addizionale (7RQ)

Esenzione per detenuti e internati Esenzione per volontari servizio civile Esenzioni per danno da trasfusioni, vaccinazioni e emoderivati Esenzione per reddito Esenzione quota fissa totale o parziale Esenzione per malattia rara Esenzione per gravidanza Esenzione per patologia Esenzione Ticket Pronto Soccorso Esenzione per celiachia Esenzione per ex donatori di sangue, midollo osseo e organo tra viventi Esenzione per infortunati sul lavoro e affetti da malattie professionali.

Condizioni per l'esenzione Modalità di riconoscimento.

Fonte: Regione Veneto. Foto: Freepik. Il Veneto è stato peraltro interessato dai fenomeni in modo eterogeneo: sulla pianura centrale e meridionale le precipitazioni sono state più discontinue e di entità assai inferiore. Fonte: Regione del Veneto. Foto: Archivio Qdpnews. Continua l'approfondimento sulle culture straniere presenti in Veneto con una nuova tappa significativa alla scoperta delle tradizioni cinesi, in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno cinese a Padova.

Stampare certificati di esenzione per reddito

Sabato 9 febbraio , il centro storico di Padova si è vestito a festa per celebrare la cultura cinese proponendo alcuni spettacoli tradizionali che vengono realizzati in Cina durante le giornate in cui si festeggia la "Festa di Primavera" , che corrisponde all'inizio del nuovo anno secondo il calendario lunare cinese. Un enorme drago colorato, uno dei simboli indiscussi della Cina, ha sfilato per via VIII Febbraio, via Cavour, via Santa Lucia, via Sauro, piazza dei Signori, via Monte di Pietà, via Manin, piazza delle Erbe e Liston fermandosi a Palazzo Moroni dove tante persone hanno potuto assistere alla tradizionale danza dei leoni seguita da una spettacolare esibizione di arti marziali.

Questo importante evento, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova, dell'Università degli Studi di Padova e dell'Università del Guangzhou, è stato reso possibile grazie all'impegno dell'Istituto Confucio all'Università di Padova, con i suoi direttori professor Giorgio Picci e professor Michael Yang , che ha deciso di rinnovare questo incontro all'insegna dell'approfondimento e della divulgazione della cultura tradizionale cinese.

Quest'anno il Capodanno lunare, una delle festività cinesi più importanti, è caduto il 5 febbraio e in Veneto sono state davvero numerose le iniziative realizzate per far conoscere al pubblico italiano un mondo di usi e costumi che non sempre è stato approfondito con la dovuta attenzione.

Il 5 febbraio, infatti, l'Istituto Confucio all'Università di Padova, in collaborazione con l'Istituto gemello di Venezia, ha organizzato all'aeroporto Marco Polo di Venezia una serie di eventi culturali e folkloristici per intrattenere i viaggiatori, con un'attenzione particolare per quelli in transito da e per la Cina, che spaziavano dalla calligrafia all'esibizione di danze tradizionali, dalla musica tradizionale al paper cutting, con la presenza del Console Generale per la Cina di Milano.

Un interessante contributo per conoscere le maggiori scoperte archeologiche avvenute in Cina negli ultimi decenni, con un focus specifico sui misteriosi siti delle mummie del Xinjiang conservate intatte, con le loro suppellettili, per anni. I virtuosistici spettacoli funambolici della scuola pordenonese di arti marziali "Weisong", del maestro Liu Yuwei , il nuovissimo dragone d'oro, i caratteristici leoni e il "Buddha dalla Grande Faccia" sono state le attrazioni che nel pomeriggio di sabato hanno permesso ai padovani, insieme ai tanti turisti presenti, di conoscere il coloratissimo mondo del folklore cinese.

Quest'anno i cinesi hanno festeggiato l'anno del maiale, dodicesimo animale dello zodiaco cinese, simbolo di prosperità, generosità e determinazione. La leggenda vuole che l'ordine degli animali dello zodiaco sia stato stabilito quando il Buddha decise di chiamare a raccolta tutti gli animali della terra. Solo 12 animali arrivarono e allora il Buddha stesso, premiandoli per la loro fedeltà, decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno di essi, nel loro ordine di arrivo.

Secondo la tradizione, l'anno del proprio segno è il più sfortunato e viene chiamato "Ben Ming Nian". Per scacciare la sfortuna bisognerà indossare qualcosa di rosso, colore ritenuto fortunato e capace di allontanare il terribile mostro Nian che ogni anno, proprio l'ultimo giorno del calendario lunare, si sveglia dal profondo sonno e, allontanandosi dagli abissi dove dimora, arriva sulla terra ferma per seminare il terrore nei villaggi. Durante il Capodanno cinese vengono appese decorazioni e lanterne rosse, si possono vedere fuochi d'artificio coloratissimi e assistere a spettacoli come la danza del drago e del leone, proposti anche a Padova.

Modalità di accesso

Grazie ad Arcobaleno, ristoratrice cinese titolare del primo ristorante cinese aperto a Padova nel , turisti e residenti hanno la possibilità di conoscere le tradizioni culinarie cinesi non solo in occasione del Capodanno cinese ma durante tutto l'anno. Nel mio paese natale in Cina, la notte prima del Capodanno, tutta la famiglia si riunisce per preparare i famosi ravioli della tradizione. Nella mia zona il ripieno dei ravioli è di carne.