Scarica commander keen


  1. {{ pageTitle }}
  2. Supreme Commander 2 – PC
  3. Ultime News
  4. Additional Information

Commander Keen 4: Secret of the Oracle, alias Commander Keen 4, è un gioco Piattaforma, il quarto della serie di Commander Keen e il primo della seconda. Commander Keen 1: Marooned on Mars, alias Commander Keen 1, è il primo di una serie di giochi piattaforma sviluppati da id Software, Inc. Il tuo obiettivo è. Scarica l'ultima versione di Commander Keen - Doom of Mars per Windows. Two ID Software classics collide. Commander Keen - Doom Of Mars is a 2D action. Download Commander Keen apk for Android. Il comandante Keen e l'​incubo infinito di saltare da una piattaforma all'altra.

Nome: scarica commander keen
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 60.40 Megabytes

Mentre la sua famiglia è a fare spese in città e la babysitter dorme, Billy se ne va di soppiatto nel suo laboratorio, indossa il casco da football americano di suo fratello e si trasforma in A bordo della sua navetta, la "Bean-with-Bacon Megarocket", Keen impone la giustizia in tutta la galassia con il suo pugno di ferro.

Gambe a penzoloni, Billy osserva con odio il suo disgustoso nemico armato d'amido. Dopo un acuto commento a proposito della qualità del purè di patate, Billy viene spedito nella sua stanza. In men che non si dica, Billy si appisola.

Alla base dell'enorme lavoro di trasposizione troviamo lo stesso Jason Scott che aveva curato i precedenti emulatori. Mancano, purtroppo, istruzioni specifiche per l'esecuzione e il gameplay di ogni titolo pubblicato, pertanto è necessario sperimentare un po' prima di darsi al retrogaming più selvaggio con ogni contenuto disponibile.

{{ pageTitle }}

Il nuovo database dei 2. Resta aggiornato sulle ultime offerte Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te Registrati Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione. Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali.

Ancora non capite la differenza? Vado di esempio. Dark Ages, Come vedete, la schermata scorre di un mucchio di pixel alla volta, che costituiscono i "tasselli" con cui è costruito il livello.

Non lasciamoci distrarre dal fatto che la grafica fa stracagarissimo.

Shadow of the Beast, Grande ispirazione per tanti sedicenti "retrorecensori" emuli di Paolo Limiti RIP nella prosa arzigogolata e nel nostalgismo frignone. Questo è un platform a scorrimento per Amiga.

Supreme Commander 2 – PC

Il rumore che sentite è il rosicare di milioni di utenti PC IBM-Compatibile, al cospetto della puzza sotto al naso degli amighisti. La id decise di creare la propria alternativa.

Che sarebbe a dire, Commander Keen! Pubblicato dalla Apogee, il gioco è uno shareware che segue quello che si chiama il "modello Apogee". Anziché distribuire gratuitamente un demo azzoppato e mandare nei negozi la versione completa, era possibile scaricare dalle BBS o allegare alle riviste un gioco completo. Dal canto mio, ero felice perché finalmente sul dischetto in allegato a PC Action avevo un vero e proprio videogioco, non una ciofeca che dopo mezz'ora si piantava perché dovevi uscirgli Carmack Quello che non fa un cazzo e si prende il merito Romero Quello che si autodefinisce creativo e sognatore che tira fuori idee balzane fermando tutto e dicendo "Signori, ho un'idea" e tirando fuori enormi cagate che rallentano il lavoro degli altri.

Hall Signori, ho un'idea. Ecco dunque il parto del cervello di Tom Hall: la storia di questo gioco. Il protagonista è tal Billy Blaze, un ragazzino di otto anni estremamente intelligente, che ha costruito un razzo spaziale con un'aspirapolvere, della grappa, un joystick e la batteria dell'auto. Quindi Keen è "Marooned on Mars" e gli tocca di recuperare i componenti mancanti per poter tornare a casa.

Il fatto è che lo stile eccessivamente entusiasta di Hall non va molto d'accordo con il pragmatismo di Carmack, il quale ebbe a dire che la trama di un videogioco è come la trama di un film porno: tutti si aspettano che ci sia, ma nessuno se l'aspetta troppo dettagliata. Poi uno legge il documento preparato da Hall per la creazione di Doom, e capisce come mai Doom non ha una trama.

Ma prima di cominciare, una breve questua. Questo gioco sembra gratis, ma è shareware! Cominciamo, và. Il nostro Commander Keen si trova in una vallata marziana, vicino a dove ha parcheggiato l'astronave. Proviamo a salirci, ma ci viene ricordato che mancano 4 pezzi. Joystick, batteria, aspirapolvere, grappa Pisoni di Pergolese che se finisce bisogna aspettare la prossima settimana bianca. Vabbé, rechiamoci al primo centro abitato.

Ultime News

La mappa vista dall'alto, mutuata da qualche Supermario, è un bel tocco, che introduce la possibilità di scegliere quale livello affrontare. Eccoci nel primo, vero livello. Iniziamo subito male: i controlli sono scivolosi e non ci si sente mai sicuri di dove si atterrerà quando si salta.

Commander Keen, inoltre, ha problemi di inerzia quando si lascia andare il tasto freccia, il protagonista scivola in avanti di qualche pixel.

Il fatto che ci siano piattaforme ricoperte di ghiaccio non aiuta. La spiegazione è che su Marte c'è ghiaccio giusto e la gravità è più bassa giusto ma ragazzi, le licenze poetiche esistono, usatele cazzo!

Quello strano coso verde con un occhio solo è uno Yorp.

È innocuo, se gli prendiamo contro ci spintona. Se gli saltiamo sopra, lo rincoglioniamo per un po', e poi tornerà a rompere le palle. L'unica cosa è stare attenti che non ci spintoni in fondo a un burrone o verso un pozzo pieno di fuoco. Più avanti nel livello, ci appropriamo di una pistola laser.

Additional Information

Quella ammazza gli Yorp definitivamente, ma non la sprechiamo con loro. Più avanti ancora, ci sono delle specie di vongole di terra viola, che sono letali a contatto. Li vedete quei cartelli gialli? Sono scritti nello Standard Galactic Alphabet, che è un semplice alfabeto alternativo ma che il gioco ci spaccia come una feature fighissima. La decodifica di questo alfabeto sarà presente nel terzo episodio, che ovviamente si compra.

Tom Hall ha dichiarato che l'idea di questo alfabeto gli viene da quando, da bambino, giocava a fare cifrari segreti. Tutto molto bello, ma l'entusiasmo eccessivo con cui da adulto parla della sua infanzia mi fa credere che sia un "diaper fetishist". Eh no, basta con questo cinismo. A cosa serve questo blog se non ad entrare in contatto con il mio lato giovane? Viva l'entusiasmo. Come dicevo precedentemente, gli Yorp sono innocui, ma fastidiosi. Cerchiamo di raggiungere la lattina di Pepsi in cima alla scalinata, ma il mostriciattolo verde ci spinge giù.

Proprio come Rocky a Philadelphia, con un saltone sproporzionato riusciamo a raggiungere la fine della scalinata. Non solo c'è una Pepsi e dubito ci sia stato un accordo di sponsorizzazione ma c'è anche la fine del livello! Suppongo che la scritta in S. Finito il livello, torniamo alla mappa.

Il centro abitato marziano è stato raso al suolo per essere sostituito da un enorme plateau con su scritto "Done". Siccome "Done" non è scritto in Standard Galactic Alphabet, la mia supposizione è che a fare tutto 'sto danno sia stato Keen. Dietro all'apparenza innocente di bambino di 8 anni si cela un distruttore di mondi.

Andiamo in quella specie di capannone conico, và. Queste baracche sono mini-livelli che contengono informazioni sulla storia. In questo caso, una statua telepatica a forma di Yorp ci dice che è un vero peccato che non riusciamo a comprendere lo Standard Galactic Alphabet.

Devo comunque dire che la EGA qui è usata veramente molto bene. In genere sarei infastidito dall'uso preponderante del grigio, ma è pulito, semplice, senza fronzoli e il tutto dà veramente l'idea di un'ambientazione aliena.

Andiamo in un altro di quei capanni. Almeno sappiamo che da quelli si esce facilmente. Ah, questo è importante. All'interno del capanno c'è il pogo stick, ovvero il bastone salterello. Come se Commander Keen non saltasse abbastanza in alto, c'è questo trampolo con una molla in fondo che ci permette di saltare ancora più in alto.

Purtroppo, tutto questo va a scapito della manovrabilità. Già si faceva fatica a decidere dove terminare un salto, ora è ancora peggio.

Piccola curiosità: vedete dei pixel grigi sullo sfondo nero? Quelle sono piattaforme nascoste.