Punti di scarico massaggio


  1. Cos'è e qual è l'origine del linfodrenaggio
  2. Menu di navigazione
  3. Massaggio Linfodrenante: tecnica del linfodrenaggio

Il linfodrenaggio, o drenaggio linfatico, o ancora massaggio linfodrenante, ovvero un massaggio preliminare che serve ad aprire i punti di scarico e che si. il punto di congiunzione tra la Vena Giugulare Interna e la Vena Succlavia di sinistra e E' fondamentale rallentare il ritmo del massaggio perciò è di fondamentale Scarico Terminus (5 pompaggi);; Sfioramento;; Catene gangliari sotto la. Massaggio linfodrenante Vodder;; Linfodrenaggio Ci sono diverse manovre che si possono eseguire nell'ambito di questo massaggio: raccogliendo scorie e tossine in alcuni punti detti. Si utilizzano poche gocce per punto di scarico. Manovre del massaggio drenante​: POSIZIONE PRONA: Poggiare le mani sui reni e distillare una.

Nome: punti di scarico massaggio
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 61.47 MB

Come funziona la circolazione linfatica nel corpo umano? Questa rete serve per raccogliere e filtrare la linfa. Il sistema linfatico è parallelo alla circolazione venosa. Questo liquido contiene sostanze nutrienti, le cellule sanguigne del sistema immunitario e i rifiuti espulsi dalle cellule.

Il sistema linfatico costituisce un flusso parallelo a quello venoso perché origina dai tessuti corporei e si riversa nelle vene toraciche, prima di entrare nel cuore.

I due sistemi circolatori: il sanguigno ed il linfatico, agiscono in perfetta sincronia ed equilibrio. Ad esempio quando il sangue filtra troppe sosstanze nei pressi delle cellule del nostro corpo e il sistema linfatico soffre del sovraccarico di linfa che non riesce a drenare. In questo caso avviene un accumulo di linfa. Il movimento deve essere sempre verso il centro quindi nella direzione del cuore.

Tecnica roteante: le mani eseguono movimenti ciclici con i palmi rivolti verso il basso.

Cos'è e qual è l'origine del linfodrenaggio

Le parti del corpo comprese in questo tipo di massaggio sono: le mani, le braccia, le ascelle, la zona inguinale, le ginocchia, le cosce, le caviglie e poi tutto il piede. Il massaggio si conclude poi nella zona inguinale. Tecniche di Vodder e Leduc: benefici e differenze Il massaggio di Vodder prevede una grande manualità: prevede la manipolazione di cute e sottocute non toccando le fasce muscolari. Le due mani vengono utilizzate per la manipolazione sulle aree interessate, rispettando il flusso della linfa nelle stazioni linfonodali di una determinata area linfatica.

Il metodo Leduc si basa invece su due manovre principali: La manovra di richiamo che consiste nelle manipolazioni che vengono effettuate a valle della zona di interesse in maniera tale da facilitare il drenaggio fisiologico dei liquidi.

Il linfodrenaggio segue i dettami fondamentali di due correnti di pensiero, quella di Vodder e la scuola di Leduc che differiscono per la tipologia e il numero di manovre.

Metodo Vodder: la tecnica di linfodrenaggio manuale più diffusa.

La tecnica manuale di Vodder consiste nel compiere sui tessuti manipolazioni di diverso tipo allo scopo di stimolare lo scorrimento meccanico della linfa ripristinandolo o accelerandolo nella direzione del flusso dei vasi allontanando liquidi in eccesso dai siti di interesse.

Viene eseguita attraverso leggere pressioni circolari, ovali e rotanti più o meno estese e profonde simili a carezze, tali da produrre sulla pelle spostamenti longitudinali e trasversali, evitando scivolamenti o frizioni.

Menu di navigazione

La delicatezza dei movimenti e la limitatezza di alcune pratiche, viene scelta per non provocare danni ai delicati capillari sanguigni e linfatici, infatti la manipolazione deve risultare indolore ed incapace di provocare rossore delle parti trattate. I cerchi fermi vengono ottenuti da un movimento di spinta circolare nello stesso punto o allargandosi a spirale delle dita appiattite sulla pelle e utilizzati principalmente per collo, viso e linfonodi, o per il corpo ed estremità utilizzando otto dita di mani sovrapposte.

Con il tocco a pompa che viene preferito per le parti curve di braccia, gambe e fianchi, il palmo è rivolto verso la cute e le dita tese si spostano verso la stessa direzione per creare cerchi ovali sulla pelle, mentre i polpastrelli non vengono usati; i movimenti erogatori da praticare su gambe ed avambracci producono, attraverso la rotazione del polso, movimenti spiraliformi sulla parte interessata per poi sollevarsi una volta cessata la pressione.

Benefici del linfodrenaggio manuale.

Massaggio Linfodrenante: tecnica del linfodrenaggio

Il linfodrenaggio produce svariati benefici effetti: da quello vegetativo che deve avvenire lentamente e in maniera ripetitiva incidendo sul sistema nervoso parasimpatico con conseguente rilassamento della muscolatura, a quello antalgico antidolorifico , che stimolando le cellule inibitorie del dolore, minimizza o addirittura elimina la sensazione dolorifica utile per contratture, distorsioni, strappi. Inoltre il massaggio ha azione rigenerante, perché migliorando il transito dei liquidi, restituisce una adeguata irrorazione alle zone disidratate e mal nutrite, e un' azione rilassante prodotta dei movimenti lievi, delicati e ritmati con cui viene praticata.

Il massaggio drenante in estetica. Il linfodrenaggio si usa anche in estetica in caso di gambe pesanti o per ridurre gli inestetismi della cellulite. Il massaggio è utile per combattere tutti i tipi di cellulite tenendo presente che deve essere praticato in modo soft proprio per non creare la reazione inversa.