Come pulire i tubi di scarico del lavello


Consigli utili per pulire al meglio ed igienizzare lo scarico del lavello della cucina​, per evitare anche il diffondersi dei cattivi odori. Dopo avere fatto attenzione a non buttare giù per gli scarichi le cose che ti ho descritto sopra puoi fare una pulizia generale de tubi. La pulizia dei. Avvolgi un panno caldo attorno al sifone sotto al lavandino se sai che l'ostruzione è causata dai grassi di cottura. Scalda il tubo e accendi l'acqua molto calda per. Quando si puliscono i lavelli spesso ci si concentra sulle superfici, rimuovendo le incrostazioni di calcare o di cibo. In realtà, nello scarico del.

Nome: come pulire i tubi di scarico del lavello
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 31.85 MB

Il sifone andrebbe sturato periodicamente proprio per evitare che si intasi completamente e sia necessario poi chiamare un idraulico. Mettete il secchio sotto il sifone per raccogliere eventuali gocciolamenti e i rifiuti che ostacolano il tubo. Armatevi anche di straccio.

A questo punto, svitate la ghiera con la chiave a pappagallo e mettetela nel secchio. Verificate anche lo stato delle guarnizioni che vanno cambiate se sono usurate.

Prima di acquistare un prodotto chimico prova un trattamento casalingo che elimina i residui di grasso e di olio accumulati nelle tubature del lavandino.

Versa nello scarico gli ingredienti rispettando questo ordine: 1. Bicarbonato di sodio 3.

Se la situazione è particolarmente grave diventa necessario smontare i raccordi tra le tubature, che si trovano sotto il lavello, per poter scaricare tutti i residui solidi e liquidi.

Quando arrivi a contatto con il foro nudo dello scarico fognario sarebbe ideale continuare a liberare lo scarico con un apposito cavo snodabile a molla, data la sua flessibilità, il cavo riesce a liberare lo scarico in profondità.

Terminata la fase di sblocco, puoi passare alla pulizia profonda delle tubature. Anche la soda caustica si rivela un metodo efficace per sturare i sifoni. Diluite ml di soda in 3 litri di acqua fredda e poi versatela nel lavandino.

Lasciate agire per trenta minuti e poi risciacquate con acqua bollente. Se lo scarico è collegato ad una fognatura pubblica, potete pulirlo con la candeggina.

Versatene ml e lasciate che faccia effetto per circa dieci minuti. La candeggina dovrebbe pulire, disostruire e anche eliminare i cattivi odori.

Versate nel tubo cinque cucchiai di sale grosso, cinque di bicarbonato e un litro di acqua bollente: sturerete facilmente. Il primo è a base di aceto: 1 l di acqua ml di aceto di vino bianco 5 cucchiai di sale grosso Preparazione. In un contenitore in plastica meglio uno dei vecchi detersivi pulito mescolate il sale da cucina e il bicarbonato di sodio o la soda.

Versate nello scarico, e subito dopo versa una pentola di acqua bollente. Utilizzando questo sistema con dosi ridotte e ripetendo la procedura una volta al mese, ci garantiremo sempre scarichi liberi. Qui si deve agire con forza e a lungo ma è abbastanza efficace.

Se si dispone di uno sturalavandini a molla, introducete questo e girate la manovella. Fate attenzione perché poi dovrete anche rimontare il sifone quindi non avventuratevi se non siete abbastanza esperti.

Sturare il wc E se invece è il wc ad essere intasato o bloccato?